Indagata dalla procura di Vicenza per falso ideologico, nell’ambito dell’inchiesta su false vaccinazioni anti-Covid per ottenere il green pass, Madame rompe il silenzio sui social. La ventenne artista vicentina, nella scuderia Sugar, tra i Big in gara al prossimo Festival di Sanremo (7-11 febbraio), spiega di essere “nata e cresciuta in una famiglia che per vari motivi ha iniziato a dubitare dei medici e della medicina tradizionale”, ammette “non solo” di non aver fatto “prontamente il vaccino del Covid”, ma anche di non avere “altri vaccini”, spiega di aver deciso – dopo aver appreso dell’indagine a suo carico – di rivolgersi a un infettivologo che le ha prescritto le vaccinazioni ritenute “essenziali”. “Proseguo e proseguirò a completare – assicura – tutte quelle necessarie per me e utili per gli altri”. “Mi sono presa del tempo per parlare di questo, qualcosa di molto personale”, dice la cantante, al secolo Francesca Calearo, 20 anni, introducendo il lungo post. “Anche le cure mediche che ho ricevuto – chiarisce – sono quasi sempre (tranne in casi in cui servivano medicine chimiche come antibiotici, antidolorifici o cortisonici) state naturali. Tuttavia si fa presto a partire dalla ricerca di un’alternativa e finire in un girone infernale di complottismo. Durante il covid i miei ci cascano. Dato che sapevo che quel che dicevano si avviava in una direzione ostinata e contraria rispetto a quello che la scienza esponeva, decido di tapparmi le orecchie e di non volerne sapere più nulla né da loro né dalla televisione. Chiedo comunque ad amici e conoscenti cosa ne pensassero di questo vaccino e come immaginavo alcuni sono favorevoli e pochi altri meno”. Si rivolge così a medici, anche in pensione e si prepara a prenotare un vaccino a Milano, quando la madre la avvisa che lo avrebbe fatto con lei a Vicenza. Ma “una volta arrivata a Vicenza capisco che la sua posizione non era cambiata ma non glielo rimprovero”. Dopo numerose visite, “una volta fuori dal marasma della pandemia”, decide di documentarsi e nota che quanto le dicevano i genitori “erano esattamente le teorie che sostenevano dei personaggi ignoranti in materia medica e chiaramente sopraffatti dalla paura”. Poi, un giorno, la telefonata dalla questura da cui apprende di essere indagata: “Questa situazione mi urla in faccia che devo fare una scelta, prendere coraggio e fare la mia ultima mossa”. Dopo una lunga chiacchierata con un infettivologo, “lui mi prescrive una serie di vaccinazioni che reputa essenziali. Gli espongo ogni mio dubbio, lui pazientemente lo accoglie, mi risponde con disponibilità e io comprendo. Mi dà il contatto dei suoi colleghi del centro vaccinazioni e proseguo e proseguirò a completare tutte quelle necessarie per me e utili per gli altri”, sottolinea. Il post si chiude con un invito, specie ai no vax, “voglio invitarvi ad informarvi a mente lucida, senza farvi prendere dal panico. Fidatevi delle persone giuste. Nessuno vuole il nostro male. Lottiamo tutti quanti in fondo per un solo motivo: stare in salute e stare tranquilli. Queste parole sono indirizzate anche ai miei, che reputo persone davvero intelligenti ma prese da un timore che li ha condotti in contesti poco affidabili”. Al momento Madame è attesa tra poco più di un mese sul palco dell’Ariston: “C’è un’indagine in corso e si è innocenti finché non si viene dichiarati colpevoli”, ha spiegato qualche giorno fa il direttore artistico Amadeus. “Ad oggi Madame è in gara a Sanremo, poi vedremo cosa accadrà da qui al festival. Sarebbe un vero peccato per il pubblico non ascoltare il suo brano”. L’artista, già a Sanremo nel 2021 con ‘Voce’, brano che ha vinto il Premio Lunezia e il Premio Bardotti, entrambi per il miglior testo, la più giovane vincitrice della Targa Tenco per il miglior album d’esordio, ‘Madame’, e per la miglior canzone, sempre ‘Voce’, è stata intanto tra i protagonisti del concertone di Capodanno al Circo Massimo.

2023-01-09

Lascia un commento