QUARdisc: arriva il tentativo di unire fisico e digitale e ridare vita ad un supporto tangibile per la musica

È in arrivo il QUARdisc, definito dai creatori come musica 3.0, è un nuovo formato fisico che tenterà di unire il mondo della musica digitale a quello del supporto fisico cercando di mettere un freno a quest’ultimo, ormai in crisi da anni con il supporto tradizione, ovvero il CD.

Il QUARdisc nasce da una startup italiana e viene definito come un sistema “phygital” che unisce e armonizza il supporto musicale fisico alla musica digitale inaugurando l’uso interattivo. E l’album edito scelto per la presentazione di questo nuovo supporto, il “numero zero”, è Invito al viaggio di Franco Battiato che sarà in pre ordine da Venerdì 20 gennaio sul sito di Universal Music Italia al prezzo, non particolarmente economico, diciamolo, di 34,90 €.

Gli ideatori di QUARdisc commentano con queste parole la volontà di omaggiare Franco Battiato:

Non poteva che essere lui, perchè è sempre stato un sublime visionario, che riusciva a immaginare nuovi orizzonti descrivendoli con una musica ricca di memorie ma sempre in un linguaggio nuovo, usando la sua speciale magia per far viaggiare insieme tradizione e innovazione”.

Nella riedizione in formato QUARdisc il maestro viene celebrato da 35 artisti, fra i quali: Max Gazzè, Carmen Consoli, Jovanotti, Mahmood, Fiorella Mannoia, Vinicio Capossela, Gianna Nannini etc…

Dopo Franco Battiato, che inaugura l’ingresso della nuova tipologia di supporto fisico, nelle settimane successive seguiranno nuove uscite e altre funzioni dell’app saranno attive, opportunamente adeguate agli artisti e agli album coinvolti, e gradualmente implementate rispetto ai più svariati generi. Con album nuovi, raccolte, operazioni di catalogo.

Ma andiamo a scoprire meglio cos’è il QUARdisc e come si presenta.

QUARdisc, il nuovo supporto che unisce fisico e digitale?

Il QUARdisc si presenta in una confezione che strizza l’occhio al vintage, come quella di un vinile (grandezza simile a un 10 pollici), e in questo modo consente un’esperienza tangibile gratificante; offre un’ottima qualità audio, permette la comodità dell’ascolto anche sullo smartphone e aggiunge la possibilità di interagire con il prodotto.

QUARdisc sostiene, cosa non indifferente, il valore della copertina come espressione artistica e concettuale, ispirato dall’attenzione che veniva data alle copertine negli anni d’oro della discografia, alcune delle quali non solo sono state silenziose protagoniste della storia di artisti celebri, ma riconosciute come vere e proprie opere d’arte pop.

QUARdisc retro

Ogni QUARdisc ha una numerazione progressiva di stampa, che rende ogni pezzo unico, prezioso e collezionabile. All’interno della copertina c’è un libretto di 16 facciate con informazioni, grafiche, testi, fotografie e un ulteriore supporto rigido che contiene un alloggio per una scheda.

Quest’ultima presenta una memoria solida USB contenente due tipologie di file audio (l’ascoltatore può scegliere due formati: .WAV e .mp3). Sovrastampato sulla scheda c’è un QR code, che una volta inquadrato con un comune smartphone, consente all’acquirente di scaricare e accedere all’App gratuita di QUARdisc, dove i file audio verranno immediatamente resi disponibili all’ascolto sullo smartphone.

A rendere unico il QUARdisc sono l’esperienza dell’interazione, l’opportunità di avere contenuti esclusivi e la possibilità di usare funzioni speciali, attraverso l’accesso all’App QUARdisc.

QUARdisc scheda

Dopo un veloce processo di iscrizione, l’App esclusiva (scaricabile solo se si acquista un QUARdisc, non da Apple Store o Google Play) crea automaticamente un profilo utente. Con quest’ultimo si accede a una piattaforma, dove è possibile collezionare e ascoltare l’album acquistato e accedere a una serie di servizi e di informazioni: dettagli approfonditi sui brani, notizie particolari e contenuti di backstage dell’artista, servizi e attività di coinvolgimento, oltre a un esclusivo micro-social denominato Q-CLUB che mette in relazione artista e fan.

L’utente può partecipare attivamente interagendo con la community in diverse modalità, commentando con post e video, partecipando ad iniziative esclusive (esibizioni dell’artista online, meet&greet dal vivo, incontri saltuari online con lui) e se è in possesso di un Wallet personale, collegarsi al mondo NFT dell’artista così come certificare la propria partecipazione ai suoi eventi dal vivo.

Queste sono solo una parte delle peculiari caratteristiche di QUARdisc che verranno implementate nel corso di questo anno.

Il percorso di QUARdisc, realizzato nella sua parte digitale dalla società Arimas, nasce dalla passione per la musica di tre operatori del settore: Alex Petroni, Giampiero Signorazzi e Stefano Zappaterra.

Nell’immagine qui sotto trovate dei QR da inquadrare per approfondire diversi aspetti del QUARdisc.

QUARdisc scheda

L’articolo QUARdisc: arriva il tentativo di unire fisico e digitale e ridare vita ad un supporto tangibile per la musica proviene da All Music Italia.

Lascia un commento