“MI PERDO”   È IL BRANO DI ESORDIO DE                    LA CHIAMATA D’EMERGENZA

Il brano disponibile nelle piattaforme digitali e in radio dall’11 gennaio

Nelle piccole cose che non so più ascoltare
non so più spiegare ma vorrei morire
dentro di te

Disponibile dall’11 gennaio nelle piattaforme digitali e in radio Mi Perdo, singolo di esordio del duo pugliese La Chiamata d’Emergenza scritto da Marco Di Nunno e arrangiato da Andrea Cascini con la partecipazione musicale di Francesco Cassano. Il brano nasce in versione “piano e voce” in un appartamento a Milano, mentre la produzione finale è un connubio fra strumenti elettronici e cordofoni come la chitarra elettrica che rievoca sonorità e connotazioni stilistiche appartenenti a differenti culture musicali, quali la musica pop, trap, R&B e soul, trasportando l’ascoltatore in un’esperienza musicale particolarmente ricercata dal punto di vista compositivo, stilistico, di arrangiamento e sound design.

“Mi Perdo è la sintesi descrittiva di come l’uomo della società odierna venga circondato da una serie di distrazioni inutili e controproducenti, facendogli perdere di vista l’essenziale, i piccoli dettagli della vita come un incontro, una chiamata inattesa, un abbraccio, un bacio rubato durante una pausa. Quest’insoddisfazione trova poi rifugio nella figura di una donna, antidoto prezioso al suo mal di vivere. Poter ‘morire’ dentro il suo corpo – frase contenuta all’interno del brano – riassume in maniera perfetta la centralità della figura femminile all’interno della storia, capace di disinnescare ogni forma di frustrazione, conflitto interno e impotenza di reagire agli eventi esterni della vita, impossibili da controllare” – La Chiamata d’Emergenza.

“Mi Perdo è la sintesi descrittiva di come l’uomo della società odierna venga circondato da una serie di distrazioni inutili e controproducenti, facendogli perdere di vista l’essenziale, i piccoli dettagli della vita come un incontro, una chiamata inattesa, un abbraccio, un bacio rubato durante una pausa. Quest’insoddisfazione trova poi rifugio nella figura di una donna, antidoto prezioso al suo mal di vivere. Poter ‘morire’ dentro il suo corpo – frase contenuta all’interno del brano – riassume in maniera perfetta la centralità della figura femminile all’interno della storia, capace di disinnescare ogni forma di frustrazione, conflitto interno e impotenza di reagire agli eventi esterni della vita, impossibili da controllare” – La Chiamata d’Emergenza.

CREDITS 
Musica e testo: Marco Di Nunno
Arrangiamento: Andrea Cascini
Prodotto da: La Chiamata d’Emergenza
Direzione Vocale: Jaze Knight
Recording, mixing & Mastering: Pasquale Garofalo – Studi ADM Bitonto

                                                 BIOGRAFIA
“Siamo un duo pugliese nato a Bitonto da una vera e propria chiamata d’emergenza.
Uno squillo inatteso, l’incontro, un impeto subitaneo e l’esigenza di raccontare al mondo le nostre radici, mantenendo fedele la sensazione costante di sentirsi fili d’erba dentro una vita cinica e perfezionista.
Non ci piace etichettarci con un solo genere, ci sentiamo trasversali come i gusti di gelato che scegliamo prima di salire sul palco.
Fottutamente romantici, ribelli del bello e guerrieri difensori della gentilezza.
Siamo nicchia di questa società”.

La Chiamata d’Emergenza è un duo pugliese formatosi in periodo pre-pandemia a seguito di una vera e propria “Chiamata d’Emergenza”.
Uno squillo inatteso, l’incontro fugace, un impeto subitaneo e l’esigenza di raccontare il progetto, attraverso la penna di Marco, la chitarra e gli arrangiamenti di Francesco rievocando sonorità e connotazioni stilistiche appartenenti a differenti culture musicali, quali la musica pop-rock, R&B e soul.

Lascia un commento