Guè: siamo stati alla Masterclass di presentazione di Madreperla. Ecco cosa ci ha raccontato il rapper…

Come si crea un disco rap? Quali sono i suoi elementi fondanti? A queste e a tante altre domande ha risposto nelle scorse ore Guè, il rapper che si sta preparando a regalare ai fan un nuovo progetto discografico a poco più di un anno di distanza da Guesus. Per parlare di questa sua nuova fatica discografica, intitolata Madreperla, Guè ha deciso di fare qualcosa di diverso dal solito, organizzando una vera e propria Masterclass.

Ma di che cosa si è trattato, esattamente? Partiamo dal principio che l’evento si è svolto nella meravigliosa cornice della Triennale di Milano, dov’era presente anche la redazione di All Music Italia per raccontarvi un po’ quello che Cosimo Fini (questo il vero nome dell’artista) ha preparato. Immaginatevi una sorta di lunga lezione universitaria, completamente incentrata sul mondo del rap e su quali basi si fonda questo tipo di musica, nato negli anni ’80 negli Stati Uniti.

L’evento non è stato dunque la classica noiosa conferenza di presentazione di un disco, quanto piuttosto un incontro “intellettuale” al quale hanno partecipato, oltre alla stampa, anche diversi fan dell’artista. Guè ci ha trasportati nel suo universo con la sua verve e la sua innata ironia, per poco meno di un’ora e mezza di lezione che è passata liscia come l’olio.

gue-masterclass

Cliccate in passo su continua per scoprire tutto quello che il rapper ci ha raccontato sulla nascita del disco e la scelta dei Featuring.

Quali sono le caratteristiche di Madreperla? Guè spiega com’è nato il disco

Secondo Guè, per riuscire a superare la prova del tempo un disco rap che si rispetti deve avere una serie di requisiti. Prima di tutto l’artista che lo pubblica deve vantare una caratura artistica di peso e spessore, in modo tale che il suo prodotto appaia autorevole; c’è poi la necessità di sfoggiare rime iconiche e di proporre un sound “fresco”, che detti le tendenze senza inseguirle (rendendo, in parallelo, omaggio alle glorie del passato).

Per dare vita a questo nuovo progetto Madreperla (che queste caratteristiche le ha tutte) Guè si è fatto accompagnare da un gigante come Bassi Maestro, a sua volta presente all’evento. La Masterclass è quindi servita anche per comprendere insieme al producer come Guè ha usato i sample di altri artisti nel disco (ci sono, a sorpresa, anche citazioni a Tiromancino e Ron) cercando di tirare fuori il suo personale capolavoro.

Il disco, in effetti, suona già come un classico del suo genere. Nel corso della Masterclass ragazzi e giornalisti hanno avuto occasione di sentire in anteprima diversi pezzi, fra cui la validissima Cookies N’ Cream, con il featuring di Anna e Sfera Ebbasta ma anche Chiudi gli occhi, co-prodotta da Shablo, che riesce nella difficile impresa di trasformare un sample di Amore impossibile dei Tiromancino in un pezzo rap spettacolare.

Le premesse per quello che potrebbe essere uno dei dischi dell’anno 2023 ci sono già tutte. Adesso basta attendere poche ore: Madreperla sarà disponibile dal prossimo 13 gennaio.

credits foto copertina: Enrico Rassu

L’articolo Guè: siamo stati alla Masterclass di presentazione di Madreperla. Ecco cosa ci ha raccontato il rapper… proviene da All Music Italia.

Lascia un commento